«20 anni di SAD: un modello di successo attrezzato per il futuro»

20 anni di SAD

«20 anni di SAD: un modello di successo attrezzato per il futuro»

11 maggio 2020 upsa-agvs.ch – Da 20 anni le aziende possono contare sull’aiuto della soluzione settoriale delle automobili e dei veicoli a due ruote SAD nell’attuazione della direttiva CFSL 6508 (sicurezza sul lavoro e tutela della salute). Il direttore generale Karl Baumann spiega perché per i garagisti vale la pena aderire alla SAD. Chiarisce inoltre i motivi per cui la prevenzione è sempre più importante e in quali condizioni cederà la SAD al suo successore.

xxx_vs_baz_symbolfoto.jpg
 
cst. La sicurezza sul lavoro e la tutela della salute contribuiscono molto al successo dell’attività di un garage, come è stato chiaramente dimostrato anche dalla pandemia di coronavirus. Ma a prescindere da questo, l’argomento merita comunque la necessaria attenzione. È molto facile compiere un movimento sbagliato, dimenticare l’abbigliamento di sicurezza o inciampare in un ostacolo. Da ormai 20 anni la SAD sostiene le aziende nell’attuazione della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute nell’attività quotidiana. Oltre all’UPSA, anche Carrosserie Suisse, 2ruote Svizzera, l’Associazione svizzera del pneumatico (ASP) e Swiss Automotive Aftermarket (SAA) fanno parte della SAD. Karl Baumann, direttore generale della SAD e responsabile dei settori sicurezza sul lavoro e ambiente presso l’UPSA, ha contribuito in modo determinante all’ulteriore sviluppo di questa soluzione.

Signor Baumann, la SAD è nata nell’anno 2000. Quanto era importante all’epoca introdurre una soluzione settoriale delle automobili e dei veicoli a due ruote?
Karl Baumann: Era molto importante! Dopo tutto, non ha senso che i settori collegati cerchino individualmente soluzioni simili tra loro nella realizzazione. La creazione della soluzione settoriale ha ovviamente comportato dei costi, poiché è stato necessario effettuare una valutazione del rischio in tutti i rami delle associazioni partner. Ma alla fine ne è valsa assolutamente la pena.

In che misura la SAD ha contribuito a migliorare la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute nelle aziende?
Questa è una domanda difficile, soprattutto perché dipende dal grado di autoresponsabilità di ogni azienda. Noi possiamo fornire ai nostri soci solo misure di sostegno. Tuttavia, le statistiche mostrano che nelle aziende SAD si registrano meno infortuni.
 
Questo significa che per i garagisti vale la pena aderire alla SAD?
Eccome! Come azienda, in Svizzera ho l’obbligo legale di attuare la direttiva CFSL 6508. Sarebbe impensabile per me dover adattare tutte le checklist al mio garage autonomamente. Aderendo alla soluzione settoriale delle automobili e dei veicoli a due ruote mi viene fornito tutto il necessario, compreso il supporto tecnico, oltre al fatto che è una delle soluzioni settoriali più economiche. La quota associativa comprende già la formazione di persone di contatto per la sicurezza sul lavoro, le cosiddette PECOSL, i documenti, le checklist specifiche del settore e lo strumento online. In qualità di socio UPSA posso anche beneficiare di uno sconto del 25%. Naturalmente la SAD è aperta anche a tutte le altre aziende!
 
In che modo le aziende associate si tengono aggiornate in materia di sicurezza sul lavoro e tutela della salute?
Il nostro compito è garantire che i soci SAD siano sempre aggiornati sia sui cambiamenti legislativi che sui nuovi ausili. Da un lato teniamo informati i nostri soci tramite la newsletter, che viene inviata direttamente a ogni PECOSL, dall’altro utilizziamo il nostro sito web safetyweb.ch per comunicare eventuali variazioni.
 
L’anno scorso la soluzione online «Asa-Control» è stata ulteriormente sviluppata in «Asa-Control 2020». Quali vantaggi offre e quali sono i feedback?
La soluzione ulteriormente sviluppata «Asa-Control 2020» offre molte novità: oltre a tutti i documenti necessari, gli utenti trovano ora anche moduli interattivi che possono essere facilmente e rapidamente adattati alle proprie esigenze. Tutti i precedenti dati operativi e degli utenti vengono mantenuti, così come le funzioni, permettendo così ai soci di documentare la loro formazione in modo semplice e chiaro. Un altro vantaggio è la suddivisione in dieci capitoli secondo la CFSL. Ciò migliora notevolmente la visione d’insieme e aumenta la facilità d’uso per i dispositivi mobili come smartphone e iPad, le istruzioni video e molto altro ancora. Dall’introduzione di «Asa-Control 2020» nel dicembre 2019 abbiamo ricevuto molti feedback positivi. 
 
In qualità di soluzione settoriale, anche voi siete sottoposti a controlli?
Sì, veniamo regolarmente ricertificati dalla CFSL ogni cinque anni. Come le aziende, anche noi dobbiamo presentare i dieci elementi del modello ASA per la sicurezza e la tutela della salute sul posto lavoro e la promozione della salute in azienda. Siamo inoltre obbligati ad adeguare i nostri documenti e le nostre checklist alle nuove disposizioni. 
 
In quale direzione pensa che si svilupperà il settore della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute?
La prevenzione sarà un tema sempre più importante per le aziende. Il nostro compito sarà mostrare ai titolari e ai direttori aziendali le misure preventive che possono adottare. Attraverso vari progetti dobbiamo far capire loro come attuare la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute nelle aziende artigiane, ottimizzandone i benefici e riducendone i costi.
 
Lei è responsabile della SAD dal 2010 e andrà in pensione alla fine dell’anno. Qual è stato il suo miglior risultato raggiunto?
A nome della sede centrale SAD, vorrei esprimere un caloroso ringraziamento ai nostri superiori e alle associazioni di gestione per averci concesso così tanta libertà. Così facendo, negli ultimi dieci anni siamo riusciti a trasformare la SAD da semplice operatore della formazione a stimato centro di competenza per la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute. In tutti questi anni ci siamo impegnati per far conoscere la nostra soluzione settoriale a tutta la Svizzera. Il nuovo aspetto con un’immagine indipendente e la nostra soluzione online «Asa-Control» ci hanno aiutato a raggiungere questo obiettivo. La nostra soluzione settoriale non ha attirato solo l’attenzione dei membri delle associazioni di gestione. Anche gli ispettori cantonali del lavoro, la Suva, la CFSL e la Segreteria di Stato dell’economia (Seco) hanno riconosciuto gli sforzi della SAD e questo ci ha permesso di partecipare a diversi gruppi di lavoro presso la Suva e la Seco. Ciò che ci colpisce di più è che le persone sanno immediatamente dove si va a parare quando sentono parlare della SAD. Questi successi sono stati possibili solo grazie alla grande collaborazione dell’intera sede centrale SAD, di Manuela Jost, di Arjeta Sulejmani e del sottoscritto.
 
Il suo successore non è ancora stato ancora nominato. Quali caratteristiche deve possedere?
Sarebbe bello che anche il mio successore provenisse da un settore di servizi, preferibilmente da quello delle automobili, dei veicoli a due ruote o della carrozzeria. Ciò gli fornirebbe la necessaria apertura verso i nostri soci. La prevenzione dei collaboratori è infatti una questione molto importante, che richiede sensibilità e comprensione da entrambe le parti. Altri requisiti sono l’esperienza professionale nel campo della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute, la capacità di lavorare in team, l’imprenditorialità e la conoscenza del tedesco e del francese, sia parlato che scritto. È inoltre necessario un diploma come esperto nell’ambito della sicurezza o come specialista SLPS con attestato professionale federale.
 
In quali condizioni cederà la SAD?
Il mio successore rileverà una soluzione settoriale efficiente e riconosciuta, a cui aderiscono quasi 3000 soci. Sarà una SAD caratterizzata da un alto grado di autoresponsabilità e in grado di mantenere i contatti con il settore e con la rete.
 
Informazioni sull’adesione alla SAD su www.safetyweb.ch o 0800 229 229.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

16 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti