Crollo per coronavirus sul mercato svizzero dell’auto

Vendite

Crollo per coronavirus sul mercato svizzero dell’auto

2 aprile 2020 agvs-upsa.ch – La pandemia di coronavirus fa sentire i suoi primi effetti devastanti sul mercato dell’auto in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. A marzo le cifre di vendita sono crollate del 39,4% a 17'556.

mofiszahlen_-artikel_1.jpg

pd. Oltre alla chiusura dei concessionari su ordine dal Consiglio federale, anche la contrazione della domanda e la disponibilità di veicoli hanno effetti negativi. Tuttavia, sia la consegna dei veicoli che i test drive sono possibili se vengono rispettate le norme igieniche vigenti.

Numerose case automobilistiche hanno chiuso i loro stabilimenti in tutto il mondo per rallentare la diffusione del coronavirus e ora, in molti siti, usano i loro impianti di produzione per fabbricare dispositivi medici. È quindi prevedibile che l’importazione di nuovi veicoli in Svizzera e nel Liechtenstein calerà notevolmente, con gravi conseguenze sul numero di nuove immatricolazioni. Dopo il primo trimestre 2020, la contrazione del mercato è già del 23,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In questo periodo sono arrivate sulle strade dei due Paesi solo 55'452 autovetture nuove, contro le 72'065 dello scorso periodo di confronto.
 
Nonostante tutte queste misure precauzionali siano giustificate per il contenimento della pandemia, l’attuale situazione rappresenta una sfida enorme per l’intera industria automobilistica svizzera, spiega il portavoce dei media di auto-suisse Christoph Wolnik: «Le vendite si interrompono improvvisamente per importatori e concessionari, ma i costi in gran parte rimangono. Ci auguriamo vivamente che le misure federali di sostegno con il lavoro ridotto e i crediti transitori per le imprese abbiano gli effetti sperati e che aiutino ad evitare il peggio. Dopotutto, sono oltre 225'000 i posti di lavoro in Svizzera che dipendono direttamente o indirettamente dal settore dell’auto».

Nelle prossime settimane, auto-suisse si aspetta una chiusura di fatto del mercato delle autovetture nuove. Secondo Christoph Wolnik, molti clienti erano riluttanti a fare nuovi acquisti in questi tempi d’incertezza: «Al momento l’acquisto dell’auto non è certo in cima alla lista delle priorità degli svizzeri. L’impatto reale del crollo di ordini e consegne si vedrà solamente nel corso delle settimane e dei mesi a venire». Due conferme della Segreteria di Stato dell’economia (Seco) sono, tuttavia, un raggio di speranza in questi tempi difficili: «La consegna e l’accettazione di veicoli nuovi, così come i giri di prova senza contatto sono possibili nel rispetto delle norme igieniche e delle misure precauzionali disposte. La Seco ce lo ha confermato anche per iscritto», aggiunge Wolnik.

mofiszahlen_-artikel_3_statistik.jpg

La crisi del coronavirus avrà, con ogni probabilità, un impatto anche sulle emissioni medie di CO2 delle vetture nuove. Le vendite e la disponibilità di auto elettriche e ibride plug-in potrebbero subire gravi conseguenze nei prossimi mesi. La quota di mercato dei modelli con ricarica esterna aveva raggiunto il record del 13,7% a marzo e del 9,7% nel primo trimestre. Tuttavia, le immatricolazioni di nuovi veicoli plug-in potrebbero diminuire ancora più drasticamente rispetto al mercato nel suo complesso, a causa del calo della domanda e delle difficoltà di consegna. In questa situazione straordinaria, l’Unione Europea sta già valutando un possibile alleggerimento delle normative sul CO2 per questo e per i prossimi anni. Se l’UE dovesse procedere ad adeguamenti in questo senso, auto-suisse farà pressione per l’attuazione di misure conseguenti anche in Svizzera, per evitare sanzioni esorbitanti che andrebbero a gravare ulteriormente sull’intera economia.

Le cifre dettagliate per ciascun marchio sono disponibili alla pagina www.auto.swiss.
 

 

Rimanete aggiornati e iscrivetevi alla newsletter UPSA!
Iscriviti ora


 

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 18 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti