La grande carenza di pezzi mette a segno un risultato negativo

Vendite autovetture marzo 2022

La grande carenza di pezzi mette a segno un risultato negativo

1 aprile 2022 agvs-upsa.ch – A marzo le immatricolazioni di auto nuove in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein sono calate rispetto all’anno precedente. Le 21’722 prime immatricolazioni segnano un calo del 13,9%.
 
zahlen_artikel_2.jpgFonte: BMW

pd. Rispetto al volume di mercato di 25’236 unità nel marzo 2021, già nettamente inferiore alla media pluriennale a causa della pandemia di Covid-19, le vendite di auto nel marzo 2022 hanno subìto un ulteriore calo. La forte flessione del 13,9% con 21’722 nuove immatricolazioni è dovuta a una maggiore carenza di pezzi nella produzione di veicoli. Dopo due mesi di calendario in crescita, questo andamento porta ora a una contrazione cumulata del mercato svizzero dell’auto del 4% nel primo trimestre (54’227 unità rispetto a 56’497 prime immatricolazioni dell’anno precedente).

«Dallo scoppio della guerra in Ucraina la situazione già tesa si è drasticamente inasprita», afferma Christoph Wolnik, portavoce di auto-suisse, analizzando la situazione attuale. «Oltre all’insufficiente approvvigionamento cronico di microchip, anche altri prodotti di subfornitura sono diventati scarsi. Ciò riguarda in particolare i cablaggi provenienti da fabbriche ucraine, che ora devono essere prodotti altrove». Lo spostamento di una produzione così complessa è però dispendioso e oneroso in termini di tempo, continua Wolnik. «Possiamo solo chiedere di pazientare a tutti i clienti in attesa di un nuovo veicolo. La priorità assoluta è la sicurezza del popolo ucraino – l’impatto sulle catene di approvvigionamento è un male minore rispetto a una guerra armata».

zahlen_artikel_1.jpgPropulsioni elettriche ancora in ascesa 

Delle 54’227 autovetture nuove immatricolate in Svizzera e Liechtenstein nel primo trimestre, una su quattro poteva essere ricaricata dalla rete elettrica. Alle 8’820 elettriche al 100% (+86,2% rispetto all’anno precedente) si sono aggiunte 4’998 ibride plug-in (+15,8%). Insieme alle motorizzazioni ibride senza ricarica esterna e ai veicoli a gas e a idrogeno, le propulsioni alternative rappresentano la metà delle nuove immatricolazioni dall’inizio dell’anno (50,2%).

Il valore paragonabile dell’anno precedente era appena del 36,7%. L’ulteriore crescita delle propulsioni elettriche non dovrebbe però essere ancora collegata al forte aumento dei prezzi dei carburanti a seguito della guerra in Ucraina. Si presume che molti dei veicoli immatricolati a marzo siano già stati ordinati alcuni mesi prima. Le cifre dettagliate per ciascun marchio sono disponibili al sito www.auto.swiss.
 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

4 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti