Probabilmente raggiunto l’obiettivo climatico 2020

Traffico stradale in Svizzera

Probabilmente raggiunto l’obiettivo climatico 2020

26 maggio 2021 agvs-upsa.ch – Secondo le stime di «stradasvizzera», la federazione stradale svizzera (FRS), il traffico stradale ha raggiunto l’obiettivo climatico 2020 con una riduzione delle emissioni di CO2 del 10% rispetto al 1990.

20210526_artikelbild_strassenverkehr.jpg
Fonte: Istock

pd. A causa dell’attuale situazione epidemiologica, la 76a assemblea dei soci di «stradasvizzera» si è tenuta in videoconferenza. Nel suo discorso di apertura, il presidente uscente Daniel Hofer ha ricordato che «stradasvizzera» è contraria alla nuova legge sul CO2, su cui il popolo è chiamato a votare 13 giugno. Ha sottolineato che il progetto di legge avrebbe purtroppo come conseguenza costi aggiuntivi per molti settori, dai garagisti ai fornitori di energia. Ha inoltre affermato che «le persone con un reddito basso e le PMI saranno le prime a essere colpite dall’aumento (fino a 12 centesimi per litro) dei prezzi dei carburanti».

La revisione della legge punta su un aumento considerevole di varie imposte e tributi, senza però considerare le ripercussioni economiche ed ecologiche della crisi indotta dal coronavirus: «Il traffico stradale ha raggiunto il suo obiettivo climatico per il 2020», precisa Daniel Hofer, aggiungendo: «La Svizzera raggiungerà i suoi obiettivi internazionali, anche grazie alle misure di compensazione finanziate dal traffico stradale».

Lo scorso aprile, l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha annunciato che gli obiettivi climatici per il 2020 non saranno raggiunti. Tuttavia, le previsioni dell’Ufficio si basano sui dati del 2019 e non tengono conto né delle misure di compensazione finanziate dal traffico stradale né dell’impatto della crisi dovuta al coronavirus. Secondo Olivier Fantino, direttore di «stradasvizzera», «nel 2020 le emissioni della circolazione stradale sono diminuite del 10,5% rispetto al 1990, se si tiene conto delle misure di compensazione e degli effetti della crisi». 

Questo risultato riflette i rapidi progressi compiuti dal traffico stradale negli ultimi 20 anni: le emissioni per veicolo-chilometro sono diminuite del 30% dal 2000. Fantino non nega che la pandemia abbia influito su queste cifre: «Non possiamo ignorare l’impatto della crisi sul calo delle emissioni di CO2. Anzi, dobbiamo tenere conto di questo nuovo contesto e affermare con chiarezza che le imposte previste dalla nuova legge sono troppo alte e ingiuste».

Thomas Hurter, presidente centrale dell’ACS e presidente designato dell’UPSA, è stato eletto dall’assemblea generale quale successore di Daniel Hofer – il cui mandato è in scadenza – per l’anno 2021/2022.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

10 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti